Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Carrello

Il carrello è vuoto

Totale

€ 0,00
Vai allo Shop Online

Barbabietola

Nome botanico: Beta vulgaris var. conditiva

Sono presenti 5 prodotti relativi alla voce Barbabietola.

La barbabietola è presente in numerose varietà, ognuna con una destinazione d'uso differente: vi è quella da zucchero, quella da foraggio (viene usata per l'allevamento del bestiame) e quella da orto, usata come verdura. Tutte le qualità appartengono alla famiglia Chenopodiaceae. La barbabietola ha foglie a cuore, con una lunghezza che arriva solo a 5-20 cm negli esemplari selvatici. Mentre i fiori sono molto piccoli e riuniti in spighe molto folte, il frutto è formato da noci piuttosto dure riunite in gruppi. Pianta erbacea biennale, può arrivare ai 2 metri di altezza.

Origini e storia

La barbabietola era già conosciuta al tempo degli antichi Greci e veniva usata come prodotto alimentare e come medicinale. Nel Medioevo fu coltivata prima solo per le foglie e successivamente anche per i frutti, specialmente per quanto riguarda la variante rossa. La grande diffusione di questa coltura è legata alla scoperta che si può estrarre da questa verdura una sostanza dolce simile allo zucchero di canna.

Fu solo ai primi dell'Ottocento che questa scoperta fu applicata nel settore commerciale quando, con il blocco delle merci inglesi decretato da Napoleone e quindi dell'importazione dello zucchero di canna, l'Impero francese ordinò di produrre lo zucchero dalle barbabietole. Questo metodo è comunemente seguito anche al giorno d'oggi.

Tra le varietà alimentari della barbabietola si distinguono gli ortaggi a foglia e quelli da tavola: le prime sono dette “bietole”, le seconde prevedono il consumo dei tuberi. Tra queste ultime le più diffuse sono le famose barbabietole rosse, appartenenti alla varietà Detroit. Questi ortaggi si differenziano tra loro anche per il colore della polpa; ad esempio la varietà Albina Vereduna è bianca, la Chioggia ad anelli bianchi e rossi, la Red Ace rosso brillante con foglie venate di rosso e la Golden Burpee's ha la polpa gialla e la buccia rosso arancio.

Proprietà nutritive e benefici della barbabietola

La pianta ha due parti commestibili, le foglie e il tubero. Parlando di quest'ultimo, si caratterizza in modo diverso in base alla varietà: ad esempio la Lutz Greenleaf si conserva a lungo senza che il sapore o la qualità dell'ortaggio vengano alterati.

In ogni caso la barbabietola è una verdura dai grandi effetti benefici, ricca di sali minerali, zuccheri e vitamine; in più ha un alto contenuto di nitrati e quindi potenzia in maniera perfettamente naturale il rendimento muscolare. Per questo è molto apprezzata dagli atleti, che negli ultimi anni ne hanno aumentato il consumo, soprattutto sotto forma di succo.

Inoltre, la barbabietola, è un prodotto depurativo perché contribuisce ad eliminare le tossine dall'organismo, ricostituente, antisettica e stimola la produzione di globuli rossi e di bile. Per questo motivo il suo consumo regolare è consigliato alle persone che soffrono di anemia. Allo stesso tempo cura le infezioni al sistema cerebrale, rafforza la mucosa gastrica, stimola il sistema linfatico e impedisce la formazione di depositi di calcio nei vasi sanguigni.

Utilizzi della Barbabietola in cucina

La barbabietola è stata usata come prodotto alimentare fin dai tempi dei Greci e dei Romani. Le modalità di consumazione sono tante. Ad esempio la si mangia cruda a fette sottili o grattugiata e condita con olio extravergine d'oliva oppure succo di limone.

In questo caso può essere unita ad altre verdure crude come finocchi, cavolfiori e carote per preparare gustose insalate. In alternativa si può cuocere la barbabietola: si può lessarla, cuocerla in padella oppure arrostirla. In ogni caso assume una colorazione rosso scuro, quasi violacea.

La barbabietola rossa stufata può essere servita con cavolo rosso. Inoltre questo ortaggio è molto usato per preparare minestre, zuppe di verdure e minestroni, soprattutto nellEst Europa: tanto per fare un esempio si cita il borsch, uno dei piatti più caratteristici dell' Ucraina, della Russia e degli altri paesi slavi.

Curiosità

Nella medicina popolare il succo di barbabietola viene usato per curare la menopausa prematura e l'irregolarità del ciclo mestruale: si consiglia di assumere un bicchiere ogni giorno a digiuno finché il problema non si risolve. Inoltre l'ortaggio è usato come materia prima per i colori naturali da parte dell'industria alimentare.